Sindrome del tunnel carpale: dalla diagnosi, alle cure

La sindrome del tunnel carpale è una patologia di per sé non grave (nel senso che non mette in pericolo la vita o la salute generale dell’individuo) ma molto dolorosa e soprattutto degenerativa, visto che il dolore tende a peggiorare col tempo e soprattutto nelle ore notturne.

La sindrome del tunnel carpale interessa il polso, le dita e più in generale tutta la mano: dolore più o meno intenso, sensazione di scossa elettrica ad alcune dita, senso di intorpidimento e formicolio che si accentua a seconda dei momenti sono i sintomi più comuni di questa patologia che ha la sua origine in una compressione nervosa. Chi soffre di questo disturbo, infatti, accusa un gonfiore ai tessuti circostanti i tendini (detti sinovia) che provoca una dolorosa compressione sul nervo mediano. In condizioni normali, la membrana sinoviale è preposta alla lubrificazione dei tendini e contribuisce così a rendere facili e indolori i movimenti di mani e polsi. In una persona affetta da sindrome da tunnel carpale, invece, il gonfiore della sinovia restringe lo spazio del tunnel carpale, determinando progressivamente una condizione sofferenza del nervo. Si è notato che la sindrome del tunnel carpale insorge nei soggetti geneticamente predisposti, e colpisce più le donne degli uomini (il rapporto è di tre a uno). L’esordio in genere avviene in età matura, dai quarantacinque ai sessant’anni. Si tratta inoltre di una malattia che è strettamente collegata allo stile di vita, poiché insorge maggiormente in individui che fanno un certo tipo di lavoro: a soffrirne, infatti, sono soprattutto i lavoratori che operano nei settore manifatturiero, elettronico, tessile, alimentare o calzaturiero. Altri fattori di rischio sono rappresentati dai traumi e da patologie come il diabete, l’obesità, l’artrite reumatoide, l’insufficienza renale cronica e l’ipotiroidismo, ma anche da un eccessivo (e scorretto) uso del computer.

In una buona parte dei malati – all’incirca il 70% – la sindrome è bilaterale, con prevalenza della mano più utilizzata. A causa dei sintomi specifici e circoscritti, la sindrome del tunnel carpale è facile da diagnosticare: basta che il medico prescriva gli esami specifici, anche se di solito se ne fanno anche altri per escludere che vi siano anche altre patologie in atto. Gli esami più utilizzati per approdare alla diagnosi di sindrome del tunnel carpale, sono il test elettrico della funzione del Nervo Mediano – l’elettromiografia (EMG) – e i Raggi-X.

Per quanto riguarda la cura, attualmente la medicina ufficiale segue prevalentemente due strada: quella cosiddetta conservativa, e quella chirurgica. La scelta può ricadere sull’una o sull’altra a seconda della gravità della malattia, che tende a peggiorare negli anni, e soprattutto della sofferenza avvertita dal paziente.

Le terapie conservative sono quelle improntate al contenimento dei danni, che mirano a far star meglio il paziente grazie all’ausilio di tutori, splintaggio e farmaci che vanno dai comuni anti-infiammatori alle infiltrazione di steroidi. Ultimamente, tuttavia, sempre più pazienti stanno sperimentando l’efficacia della fisioterapia per alleviare i disturbi causati da questa malattia. Grazie a specifici esercizi di fisioterapia, infatti, il paziente ai primi stadi della malattia può evitare il ricorso all’intervento chirurgico (o ai farmaci più potenti) e manifestare una parziale remissione dei sintomi acuti; il paziente che invece è stato costretto a operarsi, grazia alla fisioterapia potrà recuperare pienamente la capacità di muovere mano e polso.

Presso il nostro Poliambulatorio è possibile effettuare i più approfonditi esami diagnostici per la diagnosi della sindrome del tunnel carpale grazie all’utilizzo di tecnologie all’avanguardia nel settore medico. Per prenotare un appuntamento, basta chiamare il numero verde gratuito 800 200 900

Inoltre, il nostro ambulatorio di fisioterapia è a vostra disposizione per valutare i trattamenti più efficaci per alleviare i sintomi dolorosi o recuperare appieno le capacità a seguito di un intervento chirurgico. E’ possibile chiedere maggiori informazioni compilando il seguente form:  http://www.poliambulatoriogalatone.it/contatti/

Add Your Comment